Il percorso creativo inizia in tenera età quando le prime visioni prospettano all’artista e il suo futuro artistico e l’uso di un linguaggio psichico legato alla percezionedella realtà.  Le prime manifestazioni artistiche arrivano con l’interazione tra le sue bambole svestite, usate in ordine di altezza e inserite in un cassettone a tre grandi cassetti.  Lo spettatore veniva condotto nella camera della bambina, da lei medesima e sotto lo sguardo stupito venivano aperti uno dopo l’altro i cassetti.  Bambole nude e in ordine di altezza erano per l’ignaro spettatore fonte di stupore e meraviglia.

La scelta espressiva della performance viene ‘interrotta’ quasi subito per interagire mediante la scrittura nei conflitti adolescenziali.  Diari che verrano distrutti in eta’ adulta.  Il liceo sarà il percorso basilare dove l’artista attraverso l’utilizzo del colore e della materia riprenderà la verve creativa.  Frequenta artisti con cui coniuga l’amore e l’arte.  L’accademia Albertina di Torino sarà luogo di incontro con maestri e colleghi.  Artista indipendente non ha voluto seguire nessun canale prefissato.  Aprendo lei stessa la sua galleria/studio in via Rossini a Torino.  Non confondendosi e neanche mirando a manifestare quello che era una necessità dell’anima piuttosto che un commercio o speculazione.  Vivendo lontana dal meccanismo ha potuto eseguire tele, sculture legate alla sua concezione della vita e delle relazioni interpersonali che ne conseguono.  Pittura al limite della psicoanalisi l’artista illustra attraverso il colore la sensazione della dolcezza e nel contempo il dolore della vita.  Fonte lei stessa dei drammi che la società ci riserva, proietta una catarsi facendo vivere allo spettatore forti emozioni utilizzabili anche dal profano.

La percezione della realtà viene gestita attraverso l’utilizzo di materiali del quotidiano, interpretandone l’oggettivita e catapultandone il valore simbolico.  La fertile fantasia l’artista non e mai paga del suo operato come in una tragedia shakespeariana le sue opere sono capaci di fare sia del bene che del male.

DANIELA EL KHABBAZ
NOVITÀ      FORMAZIONE      BIOGRAFIA      DIPINTI      DISEGNI    
SCULTURA      FOTOGRAFIA      PERFORMANCE      CONTATTACI